Passeggiata culturale, Varsavia – 13 luglio 2014

Passeggiata Culturale, in lingua italiana, a Varsavia, domenica 13 luglio 2014 – ore 10,30 . Partenza dalla Colonna di Sigismondo III antistante la Piazza del Castello, Città Vecchia – Varsavia.

Durata della passeggiata, circa due ore e mezza, lingua della guida, italiano. Costi: per i soci regolarmente iscritti all’Associazione Italiani in Polonia – 15,00zl; per i non iscritti 25,00zl. I minorenni fino ai 12 anni non pagano.

Si prega di prenotare la partecipazione inviando una mail all’indirizzo: info@italianiinpolonia.org o di telefonare al numero 501393336

Contestualmente alla prenotazione si deve effettuare il bonifico al conto bancario,tenuto dall’Associazione “Italiani In Polonia”, 
ul. Dąbrowskiego 82c/9, Varsavia 02-571
WBK PL 04 1090 1030 0000 0001 1869 9321. In deroga si può effettuare il pagamento in contanti il giorno della passeggiata direttamente ad uno dei responsabili dell’Associazione che rilascerà ricevuta di pagamento.

Evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/663168857108816/

Di seguito il programma:

Inizio della visita davanti alla Colonna di Sigismondo III
Piazza del Castello e Colonna di Sigismondo III
Resti e tracce della Porta di Cracovia e delle mura medievali. Come e quando è stata realizzata la piazza. Tratto W-Z – l’arteria est-ovest (con il tunnel sotto la piazza). La famosa scala mobile. La Colonna di Sigismondo III, il più antico monumento di Varsavia. Architetti ed artisti italiani. L’Insurrezione di Varsavia nella zona della Città Vecchia e la distruzione del monumento nel 1944. Frammenti delle vecchie colonne. 

Castello Reale (l’esterno)
Castello dei duca di Masovia. Residenza dei re della Polonia dal 1526. Regina Bona Sforza nel castello (presentazione personaggio). Sede del parlamento polacco-lituano. Perché la capitale della Polonia è stata trasferita da Cracovia a Varsavia. Contributo degli architetti di origine italiana (presentazione personaggio: Domenico Merlini). La ricostruzione postbellica del castello. L’iscrizione dedicata al pittore Marcello Bacciarelli (presentazione personaggio). 

Via Piwna – chiesa di San Martino
Che cosa significava il simbolo del pellicano? Una delle chiese più antiche di Varsavia (personaggio: Carlo Antonio Bai). Perché l’esterno della chiesa è barocco e l’interno contemporaneo? L’ordine delle francescane che curano i ciechi.

Cattedrale di S. Giovanni Battista
Storia della chiesa parrocchiale, collegiata, cattedrale, arcicattedrale e basilica minore. Eventi e simboli presentati sulla porta della Cattedrale. Le date sul marciapiede. La pietra del Millennio. Tomba del cardinale Stefano Wyszynski (Primate del Millennio). Quali altre tombe sotto la Cattedrale? La cappella del Cristo Miracoloso. I legami romani del monumento del maresciallo della Grande Dieta (Sejm) Stanisław Małachowski. La pietra tombale degli ultimi duca di Masovia (scultore Bernardino Zanobi).

Chiesa della Madonna delle Grazie (dell’ordine dei Gesuiti)
Quadro della Madonna delle Grazie – Patrona Santa di Varsavia. Figura dell’orso davanti alla chiesa. Porta moderna della chiesa dello scultore che vive in Italia.

Via Dziekania e Piazzetta Kanonia
Che cosa significa il frammento del carro armato? Attentato al re Sigismondo III. La campana sulla piazzetta. La casa più stretta di Varsavia. Chi erano: Giovanni Albertrandi, Giuseppe Boretti e Stanisław Staszic?

Via dei Gesuiti, via Celna (della Dogana), il segreto della terrazza panoramica sulla Vistola

Piazza del Mercato Vecchio
Storia della fondazione della città, eventi storici più importanti. Quattro lati della Piazza che portano i nomi di personaggi storici. Quali musei nella piazza? L’indicazione delle case più importanti inclusa quelle dei Gianotti, Simonetti, Montelupi e Fukier. Statua della Sirena – uno dei simboli della capitale. Leggenda su Basilisco. Famosi ristoranti e locali nella piazza. Quando è scomparso il palazzo del municipio? 

Via Waski Dunaj e Szeroki Dunaj
La scultura di Sant’Anna. Piazzetta Szeroki Dunaj: casa dell’eroe di Varsavia Jan Kilinski. Il Museo dei Calzolai.

Via Podwale (lungo il muro)
Monumento di Jan Kilinski. Monumento del Piccolo Insorto.

Il Barbacane
Fortezza alla difesa della Porta Nord e la sua importanza nel passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *